Saluto dei frati minori dalle terre di Amatrice!

Pubblicato agosto 2, 2017 by Redazione in News

Cari amici, ecco quanto ho scritto al vescovo Domenico e al ministro Luigi, in un breve scritto il grazie a Dio e la riconsegna del mandato ricevuto. Resta l’alleanza stretta per grazia con questa terra e questa gente, con il bene ricevuto.

fr. Massimo

Otto mesi tra Amatrice e Accumoli come Frati Minori

Oggi 23 luglio 2017, con la Celebrazione Eucaristica delle ore 11 presso il Centro Pastorale “San Sebastiano” di Scai si conclude la presenza dei Frati Minori della Provincia San Bonaventura in queste terre tra Amatrice e Accumoli.

Eravamo approdati qui il 30 novembre 2016, dopo diversi contatti da settembre in poi: quasi otto mesi, un tempo cronologico breve ma straordinariamente intenso. Alcuni elementi essenziali:

  • Possibilità di vivere come fratelli in una situazione di precarietà a diversi livelli, dall’alloggio, alla Mensa con tutti, al cambio continuo di fratelli: avviamo toccato con mano che è possibile vivere come fratelli senza tante sovrastrutture. Frati da Province e anche da Obbedienze diverse (i Conventuali di Padova e i Cappuccini di Sant’Angelo e Leonessa), per dire che è la vita a unirci, il grido del popolo di Dio a darci slancio e vitalità, più dei “nostri” progetti. La preghiera delle Ore, l’Eucaristia quotidiana, momenti di condivisione della Scrittura santa e di verifica del cammino ci hanno sostenuto. Siamo stati custoditi dalla comunione concreta vissuta con la Chiesa di Rieti, il suo Pastore, i sacerdoti, la Caritas ai suoi diversi livelli;
  • L’incontro quotidiano e personale con quanto sono rimasti sul territorio;
  • L’uscita continua verso di loro, fra circa 30 frazioni, 450 persone, container, roulotte, camper, ciò che resta delle case;
  • Tanti ascolti, nessuno uguale all’altro, tanta umanità che ci si è svelata: privilegio unico, banchetto di vita al quale siano stati ammessi dalla dignità e dalla capacità di amare e soffrire delle persone di questa terra;
  • Incontro con la vita di molti, contatto diretto e intenso con sentimenti, desideri, realtà di famiglie e di lavoro, fatica e a tratti disperazione, ansia per il futuro, smarrimento, tenacia e voglia di ricominciare … tutto insieme, in una sintesi unica;
  • Esprimere l’annuncio del Vangelo anzitutto con la presenza tra le persone, cercando di restare fratelli, piccoli e disponibili a imparare da loro, purificando le pretese di “educare”, “insegnare” qualcosa agli altri. Abbiamo imparato che questa gente, nella sua semplicità, ha molto da dare e da dire e abbiamo riconosciuto che questa è la base della proposta di fede;
  • Garantire gli appuntamenti essenziali della vita pastorale, secondo la richiesta del Vescovo Domenico: le persone hanno colto la continuità di una vita di comunità e di presenza, paziente e fedele, amica e autorevole specie grazie alla condivisione di vita. abbiamo visto germi di fede, di preghiera, di comunità ravvivarsi. Noi abbiamo seminato, altri raccoglieranno…;
  • Gioia di stare con e tra la gente, di vivere i semplici momenti conviviali, di non giudicare e di accompagnare le persone senza pretese, quali compagni di umanità;
  • Possibilità di sostenere progetti di ripresa e di sviluppo delle attività lavorative sul territorio, grazie alla straordinaria solidarietà di nostri fratelli e di tante, tante persone d’Italia, Austria, USA.
    È con queste semplici parole che, anche a nome dei frati di Torre Angela e degli altri 20 fratelli che qui si sono avvicendati, che riconsegno il mandato ricevuto dal Vescovo Domenico attraverso il Ministro provinciale frate Luigi.

Lo faccio/facciamo con gratitudine e nella certezza che questo tempo lascia una traccia profonda e ineludibile nella mia vita e in quella dei fratelli che hanno condiviso un tratto del cammino percorso.
Il Signore continui a custodire il popolo che ha in queste terre benedette e provate.

Fr. Massimo Fusarelli, ofm

No Response to “Saluto dei frati minori dalle terre di Amatrice!”

Comments are closed.